Roberto, Partner, Leader della practice  Aviation in Europa, affianca i propri clienti nel settore dei trasporti, dell’aerospazio e della difesa per ridisegnare le loro strategie, progettare e realizzare fusioni e acquisizioni, e ottimizzare l’efficacia commerciale e operativa. Esperto riconosciuto nel suo campo, vanta al suo attivo una serie di cariche di grande responsabilità, tra cui quelle di presidente della società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, amministratore delegato di una compagnia aerea, e di un fornitore di servizi logistici nell’aerospazio.

Nei prossimi anni, l’industria aerospaziale affronterà la sfida – e l’opportunità – di dover ridurre la propria complessità interna, accelerando sull’innovazione, investendo in ricerca, sviluppo e persone, e sviluppando una cultura incentrata sulla trasformazione

Laureato in ingegneria chimica, Roberto deve gran parte di quello che ha imparato alla pratica sul campo. “Stavo per laurearmi quando il mio professore mi ha invitato a unirmi a lui per una discussione negli Stati Uniti in un simposio in cui sarebbe stata presentata la mia tesi. La stessa settimana ho vinto una borsa di studio internazionale con Procter & Gamble Europe e decisi di partire per Bruxelles”, racconta Roberto, ricordando quello che è stato per lui un punto di svolta.

Ha lavorato per 10 anni in Procter & Gamble Europe, nella divisione di engineering e product supply, e in quella di ricerca e sviluppo per diversi prodotti per la casa. “Da quasi vent’anni la mia principale area di competenza è la strategia industriale nel settore dei trasporti, dell’aerospazio e la difesa, ma sono ancora titolare di due brevetti per la formulazione di prodotti relativi alla pulizia della casa, e quando posso collaboro con l’università come visiting professor”.

Il suo consiglio per i giovani che si avvicinano alla consulenza è: “All’inizio la carriera dev’essere focalizzata a imparare sul campo, in un ambiente dinamico e competitivo; non bisogna scendere a compromessi su questo”.